Cereria Bancalari

Genova, Chiavari

Descrizione

E’ del 1592 la fondazione della Reale e Pontificia Cereria Bancalari & Bruno. Situata nel centro di Chiavari (GE), presso i resti delle antiche mura, l’attività è oggi proprietà di Giovanni Battista Chiarella e probabilmente la più longeva attività artigianale della zona.

Si tratta di una fabbrica di candele dall’atmosfera antica e sacra, che conserva macchinari e attrezzature databili alla metà dell’Ottocento. Tra queste, la macchina-giostra che ha più di duecento anni e sforna le candele con la tecnica dell’immersione e, meno affascinante ma più veloce, la macchina stampo.

Quattro secoli fa l’illuminazione civile era la voce principale del capitolo ‘entrate’, mentre oggi sono le parrocchie i principali clienti.

Il costo al chilo di questi prodotti è tra 8 e 9 euro, un quintale la produzione giornaliera nei periodi di maggiore richiesta, come per esempio il ‘giorno dei morti’. E a proposito di peso: “Il cero più grande lo abbiamo fatto trent’anni fa per la festa di Nostra Signora di Montallegro a Rapallo: 47 chilogrammi. Ci volle una settimana di lavoro, 24 ore al giorno, se lo lasciavamo raffreddare erano guai…”. (www.piazzalevante.it)

Prodotti tipici sono (o sono stati) anche gli offiçiêu, caratteristiche candele con forme particolari e tradizionali, realizzate da piccoli “fili” di cera e utilizzate durante il periodo tra Ognissanti e la commemorazione dei defunti per le orazioni serali ed il rosario.

Galleria Fotografica

I file originali delle immagini risiedono sulla piattaforma Flickr.com. Tutti i contenuti sono rilasciati con licenza Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

Posizionando il cursore di seguito, sulle singole foto, è possibile visualizzare il nome dell’autore e:

  1. Aprire l’anteprima tramite lente di ingrandimento;
  2. Aprire la foto direttamente su Flickr tramite il simbolo del link, per visualizzarne anche l’eventuale descrizione.

Mappa

Contatta l'Associazione inGE


Luoghi di interesse con stato simile

In uso
-

Mulino di Fulle

Genova, Sori, 16031