Gasometro di Genova Campi

Genova

Descrizione

I cenni storici di cui di seguito sono tratti dalla pubblicazione “L’epopea del Gas (1838-1972) – Dal gas illuminante al metano” a cura di Michele Pittaluga e Manuela Signorelli per la Fondazione AMGA – Erga Edizioni – 2009.

Per maggiori informazioni relative alle recenti vicende che, nel 2020, hanno interessato il Gasometro di Genova Campi, rimandiamo a questa pagina del sito dell’Associazione inGE.

“Negli anni ’50 a Genova, accanto agli interventi di ricostruzione post bellica, si affrontò anche il problema della distribuzione del gas; infatti la richiesta di gas da parte dell’utenza era discontinua e, per questo motivo, si costruirono fin da subito dei serbatoi di grandi dimensioni atti ad accumulare e rilasciare il gas, chiamati gasometri.

Questi costituiscono l’elemento più appariscente delle officine e ne rappresentano oggi, là dove sono sopravvissuti alla demolizione, l’ultima memoria.

Inizialmente la distribuzione era controllata dai gasometri di Sampierdarena e di via Canevari, successivamente, dismessi i precedenti, si aggiunsero quelli dell’officina Gavette, che erano gasometri a guardia idraulica.

Tuttavia, a partire dagli anni ’50, si avviò la costruzione del nuovo gasometro a Cornigliano, in località Campi, della capacità di 100.000 metri cubi e ancora oggi esistente.

Si tratta di un gasometro detto “a secco”: la tenuta ermetica, per impedire la fuoriuscita del gas, era affidata a delle guarnizioni, rivestite di cuoio e lubrificate con olio denso e non nell’acqua come nei gasometri precedenti.

Questa tipologia era preferita nei paesi del Nord Europa, dal momento che i gasometri a guardia idraulica, come erano chiamati quelli che si servivano dell’acqua, temevano ovviamente il gelo; per contro, necessitavano di manutenzione continua. L’olio, infatti, doveva essere continuamente pompato fino alla sommità del cilindro lasciato percolare lungo le pareti interne.” (pp. 101-102)

Per maggiori informazioni relative alle recenti vicende che, nel 2020, hanno interessato il Gasometro di Genova Campi, rimandiamo a questa pagina del sito dell’Associazione inGE.

Galleria Fotografica

I file originali delle immagini risiedono sulla piattaforma Flickr.com. Tutti i contenuti sono rilasciati con licenza Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

Posizionando il cursore di seguito, sulle singole foto, è possibile visualizzare il nome dell’autore e:

  1. Aprire l’anteprima tramite lente di ingrandimento;
  2. Aprire la foto direttamente su Flickr tramite il simbolo del link, per visualizzarne anche l’eventuale descrizione.

Mappa

Contatta l'Associazione inGE


Luoghi di interesse con stato simile

Dismesso
-

Centrale Termoelettrica del Porto di Genova

Genova, Via all'Ex Idroscalo, 16149
    Dismesso
    -

    Ceramica Ligure Vaccari

    La Spezia, Santo Stefano di Magra, Via Carlo Vaccari, 41, 19037